Le Bellezze della Dalmazia centrale

Le Bellezze della Dalmazia centrale

Finalmente vacanze!

Dopo un interminabile conto alla rovescia, il 10 agosto io e il mio compagno Stefano partiamo impazienti per l’affascinante e pluriconsigliata Dalmazia centrale. Destinazione: MAKARSKA.

Arrivati all’aeroporto di Spalato, ci dirigiamo verso questa caratteristica cittadella; la strada sulla costa è stretta, tutta curve e trafficata ma….che paesaggio mozzafiato! mare blu, scogliere selvagge e infinito verde.

All’Hotel Meteor ci attende Ana, che da brava cicerona ci mostra la struttura e la nostra stanza. All’inizio qualche difficoltà di tipo linguistico, ma nonostante uno staff in grado di parlare correttamente l’italiano, diamo senz altro a lei il Premio Simpatia. E poi che dire, con una terrazza vista mare così, ci saremmo accontentati anche di un sacco a pelo!

Il primo giorno, stanchi dal viaggio, optiamo per la spiaggia sottostante all’albergo: bella spiaggia, tanta gente ed una splendida passeggiata colma di mercatini, bar, ristoranti.
Ma si sa, la settimana centrale d’agosto è piena zeppa di turisti, così decidiamo di proseguire la vacanza cercando luoghi meno affollati.

Dunque, all’avventura! Rimaniamo estasiati dal fascino di Brela ( 15km più a nord) e dalle sue acque cristalline ( non per niente, è una delle spiagge più belle d’Europa), tanto da tornarci ancora un paio di volte.

Una nota a sfavore per Omis, la “città del pirati”: apprezziamo la tipicità dei borghi, ma veniamo palesemente gabbati dall’escursione organizzata ai canyon, che intraprendiamo convinti di vedere strapiombi e cascate; una totale fregatura, con due ore e mezza di traversata lenta lungo un fiume piatto e alquanto monotona. SCONSIGLIATISSIMO

1000 punti invece per l’esperienza di ferragosto. Prenotiamo all’ultimo secondo una giornata sul vascello: a soli 35€, gita all’isola di Hvar e Brac con sosta e bagno, mangiata a bordo con pesce fresco grigliato cucinato da uno Chef-corsaro, musica da campeggio, vino, grappa e buona compagnia. BELLA FESTA!

Un grande rimorso resta per il Parco nazionale di Krka, che rinunciamo a vedere per l’impossibile caos creato da noi turisti in vacanza tutti nello stesso periodo. Peccato!

L’ultima sera, l’hotel ci consiglia un ristorantino niente male, DA IVO: antipasto, primo e secondo di pesce a 30€, prodotti freschissimi, grande cordialità e…ammazzacaffè italiano. Grazie Ana!

DA PROVARE ASSOLUTAMENTE: karlovatchko, escursione subacquea, cucina croata, adrenalina in parasailing

DA PORTARE ASSOLUTAMENTE: scarpette con gli scogli, golfino (è una zona spesso ventosa), cartina (in dalmazia, molto meglio del tom tom!)

GIUDIZIO FINALE4 STELLE. HOTEL MERAVIGLIOSO, MEZZA PENSIONE SODDISFACENTE, PERSONALE ACCOGLIENTE, POSTO STUPENDO